Seleziona la tua lingua -choose your language

Super User

Sunday, 21 July 2013 11:00

Dimensioni.......... ...............6000x1050x70

Superficie Assorbimento.....5,87 mq

Raccordi..............................1/2"

Assorbitore..........................Alluminio trattato

Fluido Contenuto: ...............15L

Peso a Secco......................72Kg

vetratura collettore: .............9mm Polycarbonato

Pressione massima  ...........6bar

realizzabile anche su misura

 

Friday, 19 July 2013 18:24
Friday, 19 July 2013 17:50

SOLARKUP

I pannelli che non vedi

 

Solarkup è un'azienda che produce pannelli solari di nuova concezione per il riscaldamento dell'acqua sanitaria e degli ambienti.  I pannelli Solarkup sono i primi pannelli solari studiati per METIZZARSI con l'abitazione senza deturparla, nascondendosi tra i coppi o nelle recinzioni. Ma non solo, i nostri pannelli hanno un sistema innovativo che gli consente di funzionare in inverno senza antigelo

GRAZIE A QUESTO SISTEMA SIAMO GLI UNICI CHE POSSONO  GARANTIRE L'ACQUA A 50° IN GENNAIO

I sistemi Solarkup sono Specializzati per il riscaldamento, i  primi  ad avere un'ottima resa sul riscaldamento a  termosifoni, in quando sono in grado di sostituirsi alla caldaia nelle giornate di sole, grazie a questa particolarità si puo' arrivare fino al 90% di RISPARMIO SUL RISCALDAMENTO

Scopri come abbattere le tue spese di riscaldamento ed acqua calda con il pannello mimetizzato nel RECINTO  o TRA I COPPI, oppure ancora con il rivoluzionario PANNELLO AD ARIA

 


 

 

Friday, 19 July 2013 17:20

 

solarkup1 solarkup2 solarkup3
 

Il pannello Solarkup è stato studiato per ottenere la miglior integrazione con i tetti a coppi tradizionali.

La sua Copertura è a tutti gli effetti come un "grande coppo" trasparente che si inserisce nella continuità della copertura.

Il suo impatto visivo è per questo motivo minimo, in quanto mantiene la stessa forma del tetto, inoltre, se guardato dal basso, tende a riflettere il colore dei coppi circostanti.

Friday, 19 July 2013 17:10

Resa del collettore.

La particolarità del pannello solarkup si vede già dalle rese del collettore.

 

Se si guarda al rendimento dei soli collettori il collettore Solarkup si colloca all'interno della media per questa tipologia di pannello. Tuttavia, la resa vera e propria del pannello non si misura sull'efficenza del collettore, ma dell'intero impianto:
Il pannello solareva, infatti, non necessitando di antigelo ne di scambiatore consente di avere pronta per la fruizione direttamente l'acqua alla temperatura alla quale esce dal pannello (meno la dispersione termica lungo i tubi, trascurabile sotto i 15m).

Se invece si utilizzasse uno scambiatore(come negli altri pannelli in commercio) si avrebbe una dispersione dal 20 al 35% della temperatura dell'acqua, e questo è ciò che fa la differenza tra una doccia gratis e una per la quale bisogna accendere la caldaia.
Con questo sistema, siamo in grado di garantire acqua a 50 gradi (con il pannello Solareva) o a 45 gradi con il pannello Solarkup, anche nei periodi piu' rigidi, consentendo un uso efficacie dell'energia solare anche nei mesi di dicembre e gennaio. Come si vede nel grafico sottostante, il rendimento effettivo dell'inntero impianto collegato, quindi di fruizione dell'acqua è notevolmente superiore ai pannelli tradizionali ad etilglicole.

Ottimizza il sole laterale

La forma della lastra di copertura e` infatti realizzata sulla sagoma del profilo dei coppi tradizionali, presentando invece di una superficie piana una superficie ondulata, la quale aumenta di fatto la quantita` di superficie irraggiamento nel caso di angoli di incidencza compresi tra θ = 5° e θ = 62°

Questo fattore incide sulla determinazione dello I.A.M trasversale, aspetto da tenere in seria considerazione nel calcolo ipotetico delle calorie giornaliere raccolte dal collettore.

Acqua calda anche con poco sole

Solarkup usa un particolare sistema a tre accumuli differenziati, quali, otre che essere molto più facili da collocare in casa rispetto ai 300l uniti, offrono un interessante vantaggio dal punto di vista termico:

  • Si sfrutta il fenomeno della naturale stratificazione dell'acqua, con due accumuli supplementari si ha la stratificazione che si avrebbe con un serbatoio di 2-3 metri
  • L'acqua in ingresso dall'acquedotto (molto fredda, in inverno circa 7-10 gradi) non si mescola con l'acqua calda.
  • Il sistema è più facilmente collocabile negli spazi a disposizione, l'ingombro di 200L di accumulo supplementari infatti sono quelli di un pensile da 90X95X45cm.

Nelle giornate invernali con una buona quantità di sole, (dalle 10 di mattina alle 4 di pomeriggio) il sistema riempie gli accumuli con 300 litri di acqua ad almeno 45 gradi, come si vede nell'immagine sottostante. 


Qui sopra invece vediamo che cosa succede nel caso in cui ci sia solo un'ora - un'ora e mezza di sole utile al giorno. In caso di scarsa presenza di sole infatti, non si riuscirebbe, nonostante le straordinarie caratteristiche di Solarkup, a scaldare i 300 litri di acqua degli accumuli a 45 gradi , ma i primi 100litri Sì. Tenendoli separati dai restanti 200 litri si fa in modo che i primi 100 litri di acqua siano a 45 gradi, se si mescolassero tutti insieme invece, avremmo, con la stessa quantità di calorie, 300 litri a meno di 20 gradi. In questo modo i primi 100 litri di acqua calda utilizzati sono caldi senza che la caldaia debba partire, anche nelle giornate con un sole molto scarso. 

Contattaci per richiedere un preventivo GRATUITO!

Friday, 19 July 2013 17:07

L'assenza dell'antigelo non è l'unica caratteristica che distingue i nostri pannelli, diversi accorgimenti tecnici ne garantiscono infatti una resa superiore: 

Copertura Del Collettore

La copertura del collettore a forma di coppo è realizzata in plexyglass da 4mm trattato anti-uv, questo materiale è etremamente resistente agli urti, molto più del vetro e dell'acrilico.
giusto per dare un'idea della resistenza del materiale, vi invitialmo a dare uno sguardo al video qui sotto, il polycarbonato è quello sulla sinistra.

 

 

 

 
Lastra Assorbente Selettiva

La lastra del captatore è trattata con una particolare vernice contenente dispersioni di particelle di opportuna granulometria, che consente di poter diffondere la radiazione solare essendo al contempo trasparente alle radiazioni infrarosse 

Tripla Schermatura infrarossa

In aggiunta ad un isolamento notevole della parete posteriore del collettore, che riduce le perdite di efficienza dovute a dispersione, il collettore presenta una tripla schermatura ai raggi infrarossi sulla parete posteriore: questo consente di "intrappolare" i raggi infrarossi entrati nel pannello tra fondo del collettore e la lastra captante, scaldando in maniera più efficiente le tubazioni che si trovano nel mezzo.

 

Friday, 19 July 2013 17:05

Solarkup è ill pannello solare per la produzione di acqua calda sanitaria che si integra perfettamente con il tetto a coppi tradizionali, mantenendone la forma e l'aspetto. 

Grazie al sistema al suo peculiare sistema di espansori che gli consente di non usare l'antigelo, ottiene temperature del 25% superiori rispetto ad un normale pannello nei mesi invernali.

Per questo motivo possiamo grantire l'acqua 45° in Gennaio fornendo la possibilità di una doccia gratis, e di un grande risparmio in bolletta.

Come il pannello Solarair è in grado di lavorare senza necessità di antigelo, potendo ghiacciarsi senza rompersi, e quindi fornendo una resa del 25% superiore rispetto ai pannelli tradizionali.

 

Vantaggi di Solarkup

  • la sua forma non si distingue dal resto del tetto
  • GARANTISCE ACQUA A 45° IN DICEMBRE
  • scalda direttamente l'acqua senza necessità di uno scambiatore
  • non teme il gelo: costruito per resistere fino a -40 gradi
  • costruito in alluminio e plastiche speciali che gli consentono di resistere bene al gelo e alle intemperie
  • la copertura di 3mm di plexiglass consente di resistere molto bene alle intemperie, e non ingiallire nel tempo
  • produce grandi quantità di acqua calda
  • la sua forma simile ad un normale tetto in tegole gli consente una bassa visibilità
  • lunga durata
  • garantisce un risparmio che consente di ammortizzare il costo del pannello in pochi anni
  • semplice da installare, sia per l'acqua sanitaria che per il riscaldamento
  • ideale per i tetti in costruzione fa risparmiare essendo sia tegola che isolamento

 

Cliccca qui sotto per approfondire i vari aspetti di Solarkup

 

Friday, 19 July 2013 16:25

Resa del collettore

La particolarità del sistema solarEva  si vede già dal collettore:

 Se si guarda al rendimento dei soli collettori il collettore Solareva si colloca all'interno della media per questa tipologia di pannello. Tuttavia, la resa vera e propria del pannello non si misura sull'efficenza del collettore, ma dell'intero impianto:
Il pannello solareva, infatti, non necessitando di antigelo ne di scambiatore consente di avere pronta per la fruizione direttamente l'acqua alla temperatura alla quale esce dal pannello (meno la dispersione termica lungo i tubi, trascurabile sotto i 15m). 


Se invece si utilizzasse uno scambiatore(come negli altri pannelli in commercio) si avrebbe una dispersione dal 20 al 35% della temperatura dell'acqua, e questo è ciò che fa la differenza tra una doccia gratis e una per la quale bisogna accendere la caldaia.
Con questo sistema, siamo in grado di garantire acqua a 50 gradi (con il pannello Solareva) o a 45 gradi con il pannello Solarkup, anche nei periodi piu' rigidi, consentendo un uso efficacie dell'energia solare anche nei mesi di dicembre e gennaio. Come si vede nel grafico sottostante, il rendimento effettivo dell'inntero impianto collegato, quindi di fruizione dell'acqua è notevolmente superiore ai pannelli tradizionali ad etilglicole.

Posizionamento verticale

Questo pannello ` ottimizzato per il posizionamento in verticale, allo scopo di avere una resa il più` possibile accentuata nei mesi invernali ed al contempo evitare i problemi di surriscaldamento estivo.

Come si puo’ notare, l’inclinazione a 90o offre valori di irraggiamento suscettibilmente superiori durante i mesi più` freddi:

Novembre +32,4%
Dicembre +44,3%,
Gennaio +43,5%,
Febbraio +23,4%,

Si noti che mentre nei mesi freddi si ha un maggior irraggiamento, si raggiunge un livello abbastanza similare nelle mezze stagioni ed un livello molto basso nei mesi estivi. Questo fattore ` determinante nell’evitare eccessivi e surriscaldamenti durante il periodo estivo.

 

Captazione dei raggi inclinati

 La copertura non realizzata in vetro, ma bens` in un policarbonato alveolare che presenta delle lamelle orizzontali aumenta la riflessione dei raggi incidenti con angoli > 5°. Questo fattore incide sulla determinazione dello I.A.M longitudinale, fattore da tenere in seria considerazione nel calcolo
ipotetico delle calorie giornaliere raccolte dal collettore.In questo modo, la resa del pannello risulta aumentata in tutte quelle situazione in cui il sole non si trovi a picco sul pannello.

 

 

Per informazioni più dettagliate scarica la broschure tecnica o

CONTATTACI per un preventivo GRATUITO

 

 

Friday, 19 July 2013 16:18

 

Copertura Del Collettore


La copertura del collettore realizzata in materiale alveolare garantisce un doppio guadagno in termini termici; innanzitutto consente un maggiore isolamento termico del collettore dalle dispersioni sul lato del captatore, le quali costituiscono il principale fattore di perdita di resa nel collettore termico. In secondo luogo la struttura a nido d'ape(Honey Combs) consente un maggiore sfruttamento della radiazione solare captata lateralmente grazie ad una riduzione dell'angolo di reirraggiamento(Il cosiddetto effetto Francia). Questo sistema consente inoltre di captare in maniera più efficacie la radiazione riflessa isotropica, ovvero di sfruttare in maniera efficace il riflesso del sole sul terreno davanti al pannello.

All'atto pratico questa caratteristica da' al collettore un fattore I.A.M(incident angle modifier) più elevato con angoli di incidenza compresi tra i 30° ed i 45°

 

 

Lastra Assorbente Selettiva


La lastra del captatore è trattata con una particolare vernice contenente dispersioni di particelle di opportuna granulometria, che consente di poter diffondere la radiazione solare essendo al contempo trasparente alle radiazioni infrarosse 

Tripla Schermatura infrarossa


In aggiunta ad un isolamento notevole della parete posteriore del collettore, che riduce le perdite di efficienza dovute a dispersione, il collettore presenta una tripla schermatura ai raggi infrarossi sulla parete posteriore: questo consente di "intrappolare" i raggi infrarossi entrati nel pannello tra fondo del collettore e la lastra captante, scaldando in maniera più efficiente le tubazioni che si trovano nel mezzo.

 

 

Friday, 19 July 2013 16:14

Dati tecnici

 

pannello solare verticale dis

 

Questi sono i dati riferiti alle versioni Standard, si producono anche versioni su misura.

Confronto Misure StandardSolarEva
6
mq
SolarEva
5
mq
SolarEva
4
mq
SolarEva
3
mq
Dimensioni        
Ingombro 6010X1010x70 5010X1010x70 4010X1010x70 3010X1010x70
Dimensioni collettore 5,87m² 4,87m² 3,85m² 2,83m²
Peso 56.6Kg 47,5kg 37,2kg 28,29kg
Funzionamento        
Potenza picco 4020W 3350W 2680W 2010W
Fluido Contenuto 15l 12,5l 10l 8l
Superficie scaldabile 60mq 50mq 40mq 30mq
Acs prodotta in inv. 250l 175l 110l 75l
Materiali  
Copertura Collettore 10mm Policarbonato con film anti-UV
Materiale Captatore Alluminio con verniciatura selettiva
Isolamento Polysocyanurate polyso foam
Cornice Alluminio
Rendimento  
η0 0,676
a1 2,023
a2 0,0192

 

Materiali del Collettore

 

Il solarEva non è solo il primo pannello che puo' ghiacciarsi, ma è realizzato con materiali di qualità ed ha delle peculiari caratteristiche di resa.

strati pannello solare

Copertura Del Collettore

La copertura del collettore realizzata in materiale alveolare garantisce un doppio guadagno in termini termici; innanzitutto consente un maggiore isolamento termico del collettore dalle dispersioni sul lato del captatore, le quali costituiscono il principale fattore di perdita di resa nel collettore termico. In secondo luogo la struttura a nido d'ape(Honey Combs) consente un maggiore sfruttamento della radiazione solare captata lateralmente grazie ad una riduzione dell'angolo di reirraggiamento(Il cosiddetto effetto Francia). Questo sistema consente inoltre di captare in maniera più efficacie la radiazione riflessa isotropica, ovvero di sfruttare in maniera efficace il riflesso del sole sul terreno davanti al pannello.

All'atto pratico questa caratteristica da' al collettore un fattore I.A.M(incident angle modifier) più elevato con angoli di incidenza compresi tra i 30° ed i 45°

Lastra Assorbente Selettiva

La lastra del captatore è trattata con una particolare vernice contenente dispersioni di particelle di opportuna granulometria, che consente di poter diffondere la radiazione solare essendo al contempo trasparente alle radiazioni infrarosse 

Tripla Schermatura infrarossa

In aggiunta ad un isolamento notevole della parete posteriore del collettore, che riduce le perdite di efficienza dovute a dispersione, il collettore presenta una tripla schermatura ai raggi infrarossi sulla parete posteriore: questo consente di "intrappolare" i raggi infrarossi entrati nel pannello tra fondo del collettore e la lastra captante, scaldando in maniera più efficiente le tubazioni che si trovano nel mezzo.

 

Rendimenti del pannello SolarEva

Resa del collettore

La particolarità del sistema solarEva  si vede già dal collettore:

 Se si guarda al rendimento dei soli collettori il collettore Solareva si colloca all'interno della media per questa tipologia di pannello. Tuttavia, la resa vera e propria del pannello non si misura sull'efficenza del collettore, ma dell'intero impianto:
Il pannello solareva, infatti, non necessitando di antigelo ne di scambiatore consente di avere pronta per la fruizione direttamente l'acqua alla temperatura alla quale esce dal pannello (meno la dispersione termica lungo i tubi, trascurabile sotto i 15m). 


Se invece si utilizzasse uno scambiatore(come negli altri pannelli in commercio) si avrebbe una dispersione dal 20 al 35% della temperatura dell'acqua, e questo è ciò che fa la differenza tra una doccia gratis e una per la quale bisogna accendere la caldaia.
Con questo sistema, siamo in grado di garantire acqua a 50 gradi (con il pannello Solareva) o a 45 gradi con il pannello Solarkup, anche nei periodi piu' rigidi, consentendo un uso efficacie dell'energia solare anche nei mesi di dicembre e gennaio. Come si vede nel grafico sottostante, il rendimento effettivo dell'inntero impianto collegato, quindi di fruizione dell'acqua è notevolmente superiore ai pannelli tradizionali ad etilglicole.

Posizionamento verticale

Questo pannello ` ottimizzato per il posizionamento in verticale, allo scopo di avere una resa il più` possibile accentuata nei mesi invernali ed al contempo evitare i problemi di surriscaldamento estivo.

Come si puo’ notare, l’inclinazione a 90o offre valori di irraggiamento suscettibilmente superiori durante i mesi più` freddi:

Novembre +32,4%
Dicembre +44,3%,
Gennaio +43,5%,
Febbraio +23,4%,

Si noti che mentre nei mesi freddi si ha un maggior irraggiamento, si raggiunge un livello abbastanza similare nelle mezze stagioni ed un livello molto basso nei mesi estivi. Questo fattore ` determinante nell’evitare eccessivi e surriscaldamenti durante il periodo estivo.

 

Captazione dei raggi inclinati

 La copertura non realizzata in vetro, ma bens` in un policarbonato alveolare che presenta delle lamelle orizzontali aumenta la riflessione dei raggi incidenti con angoli > 5°. Questo fattore incide sulla determinazione dello I.A.M longitudinale, fattore da tenere in seria considerazione nel calcolo
ipotetico delle calorie giornaliere raccolte dal collettore.In questo modo, la resa del pannello risulta aumentata in tutte quelle situazione in cui il sole non si trovi a picco sul pannello.

CONTATTACI per un preventivo gratuito

                                                  oppure

arrowdownClicca qui sotto per approfondire altri aspetti del SolarEvaarrowdown

 

Page 3 of 4

&